Mi chiamo Daniele Novelli Casarelli

Sono un consulente SEO e Web Marketing.

Mi occupo di ottimizzare il sito web che già possiedi ma non riesci a sfruttare per avere più clienti, oppure ti affianco nella creazione di un sito nuovo, creato affinché possa essere utilizzato come fosse un tuo collaboratore online. O meglio, un tuo rappresentante online!

Che differenza c’è tra il mio lavoro e quello di una “classica” Web Agency che crea siti web? Semplicemente l’orientamento a creare un progetto (o rivoluzionarne uno già in essere) non solo bello a vedersi, ma anche funzionale allo scopo.

Se hai un prodotto o un servizio da vendere, ti aiuto a farlo conoscere a quelle persone che stanno cercando proprio quello che offri.

Chi sono

Dopo più di un decennio passato a svolgere incarichi in ambito marketing e commerciale in aziende multinazionali modernamente organizzate, gestendo sia clienti della grande distribuzione sia l’intera forza vendita, scopro ed approfondisco il mondo del web marketing. In particolar modo la SEO (Search Engine Optimization) insieme alla sua applicazione per lo sviluppo del business delle PMI.

Sono Account Manager in Wolf Agency

Parlano di me

40 +
Siti creati e ottimizzati SEO
10
Anni di esperienza nel settore marketing e commerciale
20 +
Collaborazioni

Cosa dicono di me?

Daniele Novelli Casarelli progetta i vari livelli strategici che consentono ai contenuti giornalistici de Laredazione.net di raggiungere un numero crescente di lettori e di soggetti, sviluppando i nostri obiettivi di comunicazione e di sinergie.
Daniela Lo Conte
Direttore de "laredazione.net"
5/5

La SEO

SEO è la parola più importante e, allo stesso tempo, la più misteriosa e complessa per chiunque si occupi di un sito web. 

SEO non è altro che l’acronimo della frase inglese Search Engine Optimization che in italiano significa ottimizzazione per i motori di ricerca: costituisce il fattore principale di posizionamento di un sito in un motore di ricerca (anche se in genere si parla di SEO per Google, essendo questo il motore di ricerca più importanti, queste regole valgono anche per altri motori). 

Quando vogliamo ricercare qualcosa su Google – che sia un’informazione, un posto, un prodotto – noi digitiamo delle parole o una frase all’interno della stringa di ricerca e ci compaiono dei risultati, su diverse pagine.

Il posizionamento di un sito per una certa parola o frase chiave, in una certa posizione (nella prima o ultima pagina di Google) dipende proprio dalla SEO. 

La SEO quindi consiste in un complesso di attività di ottimizzazione di un sito web il cui scopo è quello di migliorare la posizione di un sito nei risultati organici di un motore di ricerca, che può essere Google ma anche Yahoo!, Bing e via dicendo. 

Il processo di ottimizzazione SEO serve quindi per far comparire prima possibile nelle pagine del motore di ricerca un sito per una certa parola chiave, per avere più lettori, utenti, più interazioni e nel caso si tratti di vendita di prodotti e servizi, più fatturato. 

Per poter impostare la SEO bisogna tenere conto di diversi fattori che ora andremo a vedere.

Non potremo di certo concludere tutto il complesso argomento della SEO, che del resto è sempre in movimento, in poche pagine: chiunque sia interessato alla SEO di conseguenza è tenuto a studiare ed approfondire, se necessario per mezzo di un corso online, questo complesso ma interessante argomento indispensabile per poter creare e mantenere un sito online. 

Cos’é la SEO?

Abbiamo visto la definizione di SEO, ma praticamente in che cosa consiste? Se dovessimo declinare il senso della SEO in qualche punto pratico, esso consiste nei lavori di: 

Ottimizzazione teorica. In sostanza perché un sito sia ottimizzato SEO il motore di ricerca deve trovarlo e indicizzarlo. L’ottimizzazione lato SEO della struttura tecnica del sito riguarda il codice HTML, la struttura e l’albero dei contenuti e via dicendo. 

Creazione di contenuti di qualità. A lato dell’indicizzazione del sito, i contenuti testuali e di immagine o video di un sito devono essere ottimizzati SEO per poter essere rintracciati e posizionarsi.

Non solo: è importante anche che siano di alta qualità, perché se verranno apprezzati anche dagli utenti, Google ne terrà conto nel posizionamento del sito. 

Promozione per mezzo della seo off-site. Vedremo che esiste una SEO on site ed una off site che consiste sostanzialmente nel link building, ovvero nell’essere citati da parte di altri siti, il che è simbolo di autorevolezza e qualità dei contenuti ed è quindi un fattore importante per andare sempre più in alto nella lista dei siti (SERP). 

SEO e SEM

A latere della SEO si sente spesso anche parlare di SEM, un tema correlato altrettanto importante. Si tratta dell’acronimo di Search Engine Marketing, ovvero di marketing per mezzo dei motori di ricerca, e la SEM in senso ampio ‘incorpora’ la SEO.

Con la SEM è possibile anche sfruttare meccanismi di marketing dei social o dei motori di ricerca (il più noto senza dubbio è Google ADS). Una strategia SEM davvero completa è dotata anche di una strategia SEO a fianco delle pratiche di marketing che servono per spingere sempre più in alto un sito sui motori di ricerca e per migliorare le sue interazioni con gli utenti, in termini di quantità e di qualità. 

La SEO per Google: cosa è?

Le regole SEO sono create per cercare di migliorare il posizionamento sul motore di ricerca più importante: Google. 

Dato che Google è il motore di ricerca più importante al mondo, quello maggiormente usato, è del tutto naturale che le regole SEO siano create per cercare di tenere conto dell’algoritmo di Google, delle sue regole, dei suoi aggiornamenti e di quello che Google considera ok o ko nella sua gestione personale della SEO. 

Come sappiamo, Google ha diverse pagine: per ogni parola chiave cercata, ci sono quindi diverse posizioni in cui è possibile finire.

Più si è vicino alla prima pagina, maggiore è il lavoro SEO di qualità fatto, maggiori le interazioni con gli utenti (che infatti si limitano a ricercare i risultati, nella maggioranza dei casi, nelle prime tre pagine di Google). 

Quando si tratta di scegliere in che posizione mettere i siti secondo una certa keyword, Google usa degli algoritmi il cui funzionamento non è del tutto noto. 

Google scansiona il web con dei programmi, i crawler, alla ricerca dei contenuti. Questi programmi setacciano in continuazione il web premiando i contenuti di qualità e penalizzando quelli che giocano sporco o che scrivono contenuti duplicati e di scarsa qualità. 

Sulla base dei risultati di questo procedimento, Google indicizza i siti e poi effettua il posizionamento che dipende da una serie di fattori (non tutti noti) che per Google sono sostanzialmente rispetto delle regole SEO e qualità del contenuto.

Lo scopo di Google è uno solo: offrire all’utente la miglior esperienza, i contenuti ritenuti più di qualità rispetto alla parola chiave che sta cercando. 

L’utente, quando cerca su Google un risultato (es. ‘hotel economici a Genova’) si aspetta che vengano proposti dei risultai di qualità e pertinenti con la sua richiesta.

Ecco perché Google tiene in considerazione anche e soprattutto questo aspetto nelle sue regole SEO. Non conta solo l’aspetto tecnico della SEO, come vedremo, ma anche la qualità, l’originalità e la struttura tecnica stessa dei contenuti, nonché le citazioni (backlink) nel web. 

SEO on site e off site

Come abbiamo preannunciato, si distinguono due tipologie di SEO: quella on site e quella off site (detta anche SEO on page ed off page). 

La SEO on site consiste nell’attività SEO che viene effettuata all’interno di un sito: l’ottimizzazione del codice HTML, della struttura, l’ottimizzazione dei contenuti di testo (articoli, guide, notizie) e dei contenuti immagine e video tenendo conto delle parole chiave, ma anche altri fattori tecnici come la velocità del sito, l’avere o meno un sito che sia disponibile anche su dispositivi mobili, l’affidabilità del server, anzianità del dominio sono fattori di SEO on site

Si parla invece di SEO off site con riferimento alla SEO ‘esterna’ al sito. In genere, si fa riferimento ai c.d. backlink, ovvero a dei link su siti diversi da quello di riferimento che rimandano al proprio sito. Questo è un segno di affidabilità per Google: il fatto di essere citati da altri siti web infatti garantirebbe che l’articolo citato è di esempio, è di qualità, e via dicendo.

Attenzione però, la pratica del link building, che mira a cercare di ottenere link da altri siti a pagamento, è considerata male da Google e può dare adito a delle pesanti penalizzazioni. Le penalizzazioni SEO sono molto pericolose e per questo è necessario cercare di fare SEO in modo pulito. 

SEO

SEO

SEO on site e SEO copywriting

L’ottimizzazione del sito con la SEO on page consiste nella gestione corretta del codice sorgente HTML, che è quello che viene letto dal browser, e del tag title. Bisogna anche curare il testo, sia lato SEO che nei grassetti e paragrafi, la meta tag description (che non incide direttamente sulla SEO ma che è importante per poter spingere le persone a fare click sul vostro contenuto e magari non su quello di un concorrente).

Vanno curati i Tag Heading H1, H2 e via dicendo che servono per strutturare il testo. Non dimentichiamo che Google guarda molto alla qualità del contenuto, spesso infatti si dice che per la SEO ‘Content is the king’ ovvero il contenuto è ciò che davvero influisce sul posizionamento. Sì quindi a contenuti di qualità che siano originali, scritti bene e senza errori, senza duplicazioni, possibilmente lunghi e formattati bene.

I contenuti che durano nel tempo e che vengono aggiornati al bisogno e quelli che forniscono un valore reale per l’utente sono quelli che Google gradisce (e premia) di più lato SEO.

In questo caso si parla di SEO copywriting (insieme al Copywriting Persuasivo….)che è uno dei fattori fondamentali per poter migliorare il posizionamento di un sito nei motori di ricerca.

I contenuti sono il cuore della SEO, e Google riesce a leggere i contenuti testuali, a capirne il significato ed anche ad attribuire ai testi un punteggio a seconda della loro leggibilità, coerenza, correttezza e pertinenza rispetto alla frase o parola chiave cercata.

Ecco perché il contenuto è sempre il cuore della SEO Google in quanto influisce direttamente sull’esperienza utente e sulla qualità della stessa.

I punti principali della SEO

Ma quali sono i punti principiali ai quali un SEO specialist fa riferimento quando deve impostare una strategia SEO? Ce ne sono di diversi, e quelli più importanti in assoluto sono le parole chiave. 

La parola chiave è quella che un utente inserisce su Google quando ricerca un prodotto, servizio o informazione. I siti vanno quindi ottimizzati secondo le singole parole chiave in modo da comparire fra i primi quando un utente effettua una ricerca. 

Ovviamente le parole chiave possono avere una concorrenza più o meno alta, a seconda. Alcune (come ‘hotel a Roma’) hanno una concorrenza altissima, sono troppo generiche e di conseguenza è sconsigliato cercare di indicizzare un sito tenendo conto di queste keyword che hanno a che vedere con una concorrenza troppo elevata.

Meglio cercare delle parole più di nicchia per avere traffico sul sito

Meglio scegliere un numero maggiore di parole chiave specifiche e più di nicchia che poche generiche, se si cerca di indicizzare al meglio un contenuto.

La strategia SEO per le parole chiave, che è una delle più importanti in assoluto per posizionarsi, viene studiata dai SEO Specialist con grande attenzione usando anche strumenti e software per ricercare sinonimi, parole chiave meno usate e via dicendo. 

Ma come scegliere il consulente SEO??? Te lo dice direttamente Google!!!—->>> Guarda a questo Link

Penalizzazioni SEO: che cosa sono 

Un vero SEO specialist ha paura innanzitutto delle penalizzazioni SEO, che sono delle penalità che Google infligge ai siti che non rispettano le regole. 

In sostanza, se si cerca in modo fraudolento e violando il principio supremo di Google (quello della qualità dell’esperienza dell’utente) ad arrivare in cima alla SERP, si rischia una pesante penalizzazione. 

Gli algoritmi di Google sono sempre più raffinati e quindi riescono quasi sempre a scovare i siti che hanno usato tecniche SEO truffaldine per cercare di migliorare il loro posizionamento. 

Una penalizzazione SEO può essere quella della perdita dell’indicizzazione, oppure della perdita della posizione, del ban del sito: si tratta di penalità spesso pesanti che richiedono un lavoro di mesi o anni per migliorare di nuovo e riconquistarsi un posto nella SERP.  

Le tecniche di SEO black-hat sono quelle che comportano delle penalità anche pesanti da parte di Google.

Le tipologie di penalizzazione SEO possono essere diverse. Quelle tipiche usate da Google sono:

Eliminazione manuale del sito. In questo caso il sito sparisce dall’indicizzazione Google e non lo trovate più. Si tratta di una penalità grave che in genere viene comminata per lo spam che viene generato dagli utenti, oppure per link non naturali (come dicevamo, si tratta del caso di link building innaturale, a pagamento, incoerente). Può avvenire anche nel caso di siti con contenuti non originali, duplicati, o privi di valore per l’utente, pagine automatiche, copia di contenuti di altri siti (considerato molto grande da Google), comandi di re-indirizzamento non ammessi, o la pratica del black Hat che consisteva nello scrivere una quantità enorme di parole chiave nel fondo del sito, che poi, rese dello stesso colore dello sfondo, diventavano invisibili. In questo modo si cercava di manipolare i motori di ricerca per posizionarsi in alto. 
In genere quando si subisce la rimozione manuale del sito è Google stesso che indica come fare per riparare a questa punizione.

Penalizzazione automatica. In questo caso, a differenza di quello appena visto, non è una persona fisica che si occupa di penalizzare il sito ma l’algoritmo di Google. Se notate che i dati del traffico organico su Google Analytics sono completamente crollati, potreste essere stati vittima della penalizzazione.

Per cercare di recuperare da una penalizzazione può essere indispensabile rivolgersi ad un SEO specialist che, una volta individuate tutte le mancanze del sito, potrà aiutarvi a ricreare una strategia di SEO pulita per conquistarsi senza rischi una posizione migliore nei motori di ricerca.

Consulente SEO a Milano

Quando parliamo di consulente SEO, facciamo riferimento ad una figura professionale il cui scopo è, sostanzialmente, migliorare la tua presenza su Google e la tua attività commerciale. Qualsiasi tipo di business tu abbia, la consulenza SEO è una strategia fondamentale per portarti alle vette di Google e aiutarti ad acquisire nuovi clienti e a migliorare la tua immagine, il tuo Brand, e far conoscere i tuoi servizi.

Oggi come oggi la stragrande maggioranza delle attività è presente su Google e su altri motori di ricerca. Internet è diventato il principale mezzo che le persone utilizzano per cercare prodotti e servizi. Si stima che quasi 9 persone su 10 utilizzino Google quando hanno bisogno di cercare un prodotto o un servizio non solo nelle vicinanze ma su tutto il territorio nazionale ed oltre. Ecco perché per te essere presente su Google è un elemento fondamentale, a prescindere dal prodotto che vendi o dal servizio che offri.

Ancora più importante che essere presenti su Google è avere una presenza ottimale sui motori di ricerca. Mi spiego meglio: avere un sito oggi non basta più, e potrebbe non aiutare la tua attività, se non hai i giusti strumenti per imporre positivamente la tua presenza online e sconfiggere i competitor.

Se vuoi davvero brillare sui motori di ricerca, non ti basta essere presente su internet, devi farlo con gli strumenti e le parole giuste. Devi usare le giuste modalità per intercettare il tuo target, saper sfruttare le migliori parole chiave, i servizi di prossimità, avere canali comunicativi e scegliere i social migliori. E, ovviamente, per essere primo su Google ti serve qualcuno che conosca bene la materia, che sappia che cosa ti serve, e che padroneggi gli aspetti tecnici del posizionamento sui motori di ricerca.

A questo serve un consulente SEO, in pochissime parole. Può sembrare poco, ma non lo è: io, come consulente SEO, insieme alla società con cui collaboro, mi sento un angelo custode per i miei clienti. Il mio compito è sostanzialmente quello di aiutarli ad esprimere al meglio il loro business, secondo le loro necessità, trovando di volta in volta le chiavi di comunicazione e le strategie tecniche, ma non solo tecniche, migliori.

Solo per fare qualche esempio: se hai un sito che si occupa di vendere servizi per le aziende, hai un preciso target, magari un contesto territoriale limitato, hai una certa concorrenza. Avere un sito web ben curato è solo il punto di partenza per essere il migliore venditore di servizi per le aziende delle vicinanze.

Io ti posso aiutare ad ottimizzare il tuo sito per parole chiave strategiche, a scegliere le modalità comunicative, a portarti sulle prime posizioni di Google, ad acquistare strumenti pubblicitari adatti per farti conoscere dal tuo target e tanto altro. Insieme, possiamo cominciare un sodalizio che porti beneficio alla tua attività, qualunque essa sia, facendoti brillare nell’immenso universo di Google.

Se ti interessa sapere di più su cosa faccio per ottimizzare i siti web, per aiutare imprenditori e liberi professionisti, per farti comparire primo su Google, qui trovi qualche informazione utile. Per tutto il resto, per ogni domanda, mi puoi contattare: non vedo l’ora di conoscere il tuo business.

Cosa fa un consulente SEO per il tuo business online?

Se ti stai chiedendo quando sarà l’ora di affidarti ad una consulenza SEO, se l’idea di rivolgerti ad un esperto ti attira ma giustamente prima vuoi capire in che modo un consulente SEO ti potrebbe aiutare, questo articolo è scritto proprio per te.

Come professionista SEO con esperienza, so bene che attorno alla nostra categoria professionale spesso circola un po’ di confusione e di incertezza, dovuta anche alla presenza di presunti Guru che fanno promesse irrealizzabili e talvolta tradiscono le aspettative dei loro clienti.

La consulenza SEO non ha nulla a che fare con la magia o con miracoli (e questo è uno dei motivi per cui ti consiglio di girare alla larga da quei consulenti che promettono di raggiungere risultati che sono sempre fuori dal nostro controllo, come la prima posizione su Google). Si tratta di un lavoro razionale che si basa su conoscenze tecniche, uso di strumenti digitali e studio e formazione continua (oltre che tanta esperienza).

Cercherò quindi di essere quanto più trasparente possibile nello spiegarti di che cosa mi occupo e che cosa posso fare per la tua attività e per il tuo sito web o e-commerce, per ottimizzare e massimizzare la tua presenza online. Ovviamente, per qualsiasi domanda o informazione mi trovi sempre qui a tua disposizione, puoi contattarmi quando vuoi.

Cominciamo da una domanda che può sembrare un po’ banale, ma non lo è. Che cosa può fare un consulente SEO per migliorare la SEO? Per rispondere, dobbiamo prima chiarire che per SEO si intende la Search Engine Optimization. Ovvero, in poche parole, tutto l’enorme lavoro che sta dietro all’ottimizzazione tecnica e testuale di un sito web per fare sì che esso si posizioni fra i primi risultati di Google e, di conseguenza, che sia più facile da trovare per i potenziali clienti che cercano quell’attività, i suoi prodotti o servizi.

Non serve essere esperti per capire quindi che la SEO è un po’ il cuore pulsante dell’attività di un consulente SEO, che quindi si occupa di studiare, pensare, elaborare le migliori strategie per cercare di migliorare la visibilità di un sito e il suo ranking all’interno di un motore di ricerca (Google, nella stragrande maggioranza dei casi). Il mio compito come consulente SEO è in realtà abbastanza variegato.

Posso occuparmi di link building, per migliorare la reputazione del tuo sito su Google e quindi facilitare il suo posizionamento fra i primi risultati del motore di ricerca. Mi occupo di provvedere a che il tuo sito, il tuo e-commerce o il tuo blog abbia contenuti di ottima qualità, testi originali (quel tipo di testi che non fanno sì che il cliente abbandoni la pagina dopo qualche secondo) e ottimizzati lato SEO.

Mi occupo di controllare che tutto il tuo sito, dal punto di vista tecnico, sia ottimizzato anche lato HTML, perché anche questo facilita molto il posizionamento su Google.

Penso, assieme a te e con te, le strategie di web marketing perfette per fare sì che il tuo sito sia il migliore nel suo settore, per comunicare al meglio col tuo target, per farti posizionare prima su Google. Seguo sempre le best practice di Google perché sono convinto che i migliori risultati si ottengono sempre e solo seguendo le regole, con impegno, dedizione e massima onestà. E, finora, i risultati ottenuti mi hanno dato ragione.

consulente seo

consulenza seo strategica

Di cosa si occupa concretamente un consulente SEO

Come consulente SEO mi occupo di tantissime attività diverse che sarà mia premura spiegarti e illustrarti con esempi concreti, di volta in volta. Per rompere il ghiaccio, ecco qualche esempio di alcune attività SEO delle quali mi occupo nel corso del mio lavoro.

Ottimizzazione SEO del sito web, per mezzo della ricerca di parole chiavi e frasi chiavi adatte. La scelta delle giuste parole chiave per mezzo delle quali posizionare un sito è un momento fondamentale della mia attività come consulente SEO.

Devo utilizzare strumenti adeguati, studiare bene il target aziendale ed il suo comportamento e anche le parole chiave usate dalla concorrenza per trovare le soluzioni migliori per i miei clienti. Grazie all’uso di strumenti professionali, posso garantire la scelta delle giuste parole chiave per il tuo sito web o blog.

SEO on page. Come consulente SEO mi occupo anche dell’ottimizzazione SEO on page, ovvero delle tecniche SEO lavorate direttamente sul sito web del mio cliente. Per fare qualche esempio, si può trattare di adozione dei tag H nel testo, ottimizzazione seo delle immagini, miglioramento della formattazione degli articoli e dell’inserimento di link, struttura del sito.

Scrittura di articoli di qualità. Il contenuto testuale ricopre oggi come oggi un valore fondamentale per un sito che sia davvero di qualità, che aspiri a migliorare il suo ranking su Google e ad occupare le prime posizioni sui motori di ricerca. Per questo motivo mi occupo anche di redazione di articoli SEO di alta qualità e originali, per dotare il tuo sito di contenuti interessanti per i potenziali clienti e utili per migliorare la posizione su Google.

Gestione di CMS come per esempio WordPress, Prestashop, Magento e via dicendo, per la creazione di siti, per la creazione di articoli o la personalizzazione di siti web e di e-commerce creati con CMS.

Seo off page. La SEO off page consiste in un’attività di ottimizzazione SEO del sito effettuata ‘al di fuori’ del sito stesso, per mezzo della link building, o delle digital PR, per fare un esempio.

SEO AUDIT. Nel corso della mia attività come consulente SEO spesso mi occupo di effettuare dei SEO audit, vale a dire che check di controllo di un sito web per esaminare se vi sono problematiche oppure questioni che possono determinare penalizzazioni da parte di Google.

Come consulente SEO utilizzo degli strumenti ad hoc per esaminare la mappa e la struttura del sito, tutti gli articoli ed i contenuti testuali, le immagini, e infine per effettuare un check di eventuali problematiche causate da concorrenti sleali (come per esempio articoli di scarsa qualità con link che rimandano al sito). Scopo del SEO audit è quello di implementare successivamente azioni di rimedio che permettono di ripristinare la salute del sito.

Campagne di local SEO. La local SEO consiste in una grande opportunità per tutti coloro che abbiano una attività commerciale o business a livello territoriale. Esso consente di farsi trovare più facilmente sul territorio da quelle persone che cercano prodotti e servizi come quelli che offrite, a livello locale. Per questo motivo ritengo che, come consulente SEO, la local SEO sia davvero importantissima per chi ha una attività piccola o media sul territorio.

Strategie SEO di successo

Il mio lavoro come consulente SEO non ha quindi un solo obbiettivo, ma più obiettivi, a seconda della pianificazione che faccio con il cliente.

Creare campagne SEO per farti conoscere online, impostare un sito di ottima qualità che ti permetta di posizionarti bene su Google, scrivere articoli SEO oriented di alta qualità per attirare l’attenzione dei clienti, fare SEO audit per rilevare eventuali problematiche o azioni dannose rispetto alle quali porre rimedio… tutte queste azioni, fra loro diverse e in alcuni casi complementari, sono mirate ad aumentare il traffico verso il tuo sito web, e ad aumentare la conversione del traffico in clienti e, ovviamente, in vendite.

Quello che ti offro è un servizio SEO su misura, che tiene conto delle tue effettive necessità, ma anche delle particolarità del tuo business. Per esempio, il piano di strategia SEO per una piccola azienda locale che deve ancora sviluppare un sito web sarà necessariamente diverso da quello impostato per un libero professionista che ha già un sito affermato.

Ma in ogni caso, l’obbiettivo finale è quello di aiutarti a porti positivamente su Google, aumentando le visite al sito e di conseguenza aumentare e potenziare il tuo business e la tua reputazione online.

Esistono, quindi, davvero tantissime strade verso il successo. Io, come consulente SEO, ho sempre l’obbiettivo costante di ottimizzare il tuo sito o e-commerce in modo che tu possa concretamente avere più clienti ed espandere il tuo business.

Le modalità per mezzo delle quali si raggiunge questo obbiettivo però possono essere le più svariate e per questo il mio piano è sempre altamente personalizzato, sulla base delle tue concrete esigenze e della tua realtà.

Non importa che tu abbia un sito web, un blog, un e-commerce. Non conta cosa vendi e come è composto il tuo target. In tutti i casi ho la soluzione giusta per aiutarti a migliorare e a raggiungere le prime posizioni su Google con professionalità e l’utilizzo degli strumenti giusti.

consulente seo

Perché hai bisogno di un consulente SEO?

Chiariamo da subito una questione: la concorrenza online è davvero spietata, ed è il motivo per cui praticamente ogni azienda (e non solamente quelle di grandi dimensioni) e libero professionista presente online assume un consulente SEO per farsi aiutare a gestire al meglio il proprio sito, blog o e-commerce aziendale. Insomma, tutti i tuoi concorrenti, o quasi, si sono già muniti di un esperto per la consulenza SEO che ha lo scopo di aiutarli ad arrivare primi su Google e a ottenere i migliori risultati online.

Oggi come oggi praticamente tutti i professionisti o le aziende in Italia hanno un loro sito web e quindi in ogni settore si assiste ad una grandissima concorrenza e competizione per primeggiare, per scegliere le migliori parole chiave e per ritagliarsi una posizione di primi su Google.

Ecco perché avere dalla tua parte un buon consulente SEO può fare concretamente la differenza per il successo della tua azienda.

Ricorda: non hai bisogno di un consulente SEO perché è successo qualcosa di brutto al tuo sito. O meglio: hai tutte le ragioni di rivolgerti a me o ad un mio collega se ad un certo punto ti rendi conto che il tuo sito o e-commerce è sparito da Google e non si trova più, oppure se noti un calo repentino delle visite o delle vendite.

Tuttavia il mio lavoro va anche oltre questi aspetti specifici: ci si rivolge ad un consulente SEO quando si ha voglia di crescere, quando i piccoli confini non bastano più, quando si intende scalare la SERP di Google, quando si ha voglia di avere un maggiore traffico organico e di conseguenza di incrementare il business.

Il mio obbiettivo di consulenza è migliorare la performance del tuo sito, fargli conseguire, più propriamente, un empowerment agli occhi di Google o altri motori di ricerca. Sì, perché grazie alle strategie che metteremo a terra, sarà più facile per il tuo sito apparire connotato da un’ottima reputazione agli occhi di Google, e di conseguenza scalare la SERP e cercare di raggiungere posizioni più alte sul motore di ricerca. Possiamo ottenere questo obbiettivo attraverso un’accurata pianificazione che tenga conto di aspetti sempre diversi, a seconda della tua realtà.

Ad esempio, attraverso un SEO audit che consente di eliminare eventuali problematiche e criticità che sono invisibili ma che frenano il tuo sito. Qualsiasi sia la strada scelta, insieme la possiamo percorrere per portare ad un nuovo livello la tua attività su Google, sfruttando appieno questo strumento per migliorare ed incrementare il tuo business.

Ho già un buon posizionamento: ho bisogno del consulente SEO?

Spesso si pensa che il consulente sia una figura professionale che debba necessariamente intervenire solamente dove riscontra delle problematicità o delle situazioni gravi. Non è detto che sia così, anzi.

Potresti aver bisogno di un consulente SEO anche se il tuo sito web ha raggiunto un buon posizionamento su Google. Anche in questi casi, infatti, è necessario continuare a mantenere nel corso del tempo la qualità dei risultati raggiunti.

Questo perché i motori di ricerca, e anche Google di conseguenza, sono sempre in costante evoluzione e gli algoritmi cambiano, così come le loro regole. Avere a fianco un consulente SEO esperto che può aiutarvi a riposizionare di volta in volta il sito web è quindi di fondamentale importanza.

Il mio obbiettivo è prima di tutto parlare con te e capire quali sono gli obiettivi del tuo business, le sue particolarità, gli elementi che ti distinguono dalla concorrenza ed il tuo scopo. Grazie a queste informazioni, è più semplice pianificare una campagna SEO che possa valorizzare l’unicuum della tua attività, i tuoi punti di forza e di differenza rispetto ai tuoi competitor.

Grazie ad un consulente SEO dedicato, hai a tua disposizione una persona con una grande esperienza nel settore ed una preparazione tecnica che gli consente di prendersi carico di problemi, aspettative e progetti. Puoi contare sulla competenza di un partner fidato, che sta al tuo fianco per aiutarti a vedere i risultati concreti del suo lavoro per la tua azienda. Se pensi che posso fare qualcosa per te e per il tuo business, chiamami. Facciamo quattro chiacchiere per scoprire insieme in che modo possiamo dare un nuovo Boost al tuo progetto online ed al tuo business, insieme.

Sia io che la società con cui collaboro lavoriamo per te e con te da remoto in qualsiasi luogo nel mondo.

Come sapere che sono il consulente SEO giusto per te

Se da qualche tempo ti stai guardando intorno per cercare la consulenza SEO migliore per le tue esigenze, sappi che ci sono alcune domande che puoi farti (e fare) per capire se il professionista che hai di fronte fa davvero per te, oppure no.

E, naturalmente, puoi rivolgermi queste domande in totale trasparenza quando vuoi, a me o a chiunque in azienda!

Chiedi al tuo potenziale consulente SEO di avere un elenco e qualche esempio di lavoro fatto per i clienti italiani. I risultati concreti sono sempre l’indizio migliore per sapere a chi affidarti.

Non avere paura di chiedere in che modo il tuo potenziale consulente SEO ha intenzione di migliorare concretamente la tua posizione su Google e di aiutare il tuo sito. Hai il completo diritto di conoscere sempre nel dettaglio quali saranno le sue prossime mosse (e, personalmente, credo che la trasparenza sia un’arma fondamentale nel rapporto consulente-cliente).

Chiarisci sin da subito in che modo comunicherai, ogni quanto, e cerca di avere la totale consapevolezza del piano d’azione che il consulente ha in mente per il tuo sito web.

Chiedi al tuo potenziale consulente SEO se ti promette che arriverai primo su Google e… diffida, se ti risponde di sì.

Sono un consulente SEO onesto e per questo motivo ti dico che non devi credere a chi promette di farti arrivare primo su Google. Il posizionamento sui motori di ricerca non è qualcosa che si può raggiungere matematicamente.

Ovviamente tutto l’impegno del mio lavoro è rivolto ad aumentare e migliorare la posizione del tuo sito su Google date certe parole chiave, nonché a convertire il traffico in clienti (e quindi, materialmente, in soldi per te). Tuttavia non si può promettere di poter raggiungere una certa posizione su Google perché ovviamente si tratta di qualcosa fuori dal nostro controllo.

Diffida sempre di un consulente SEO che promette di poterti fare arrivare primo su Google: quello che possiamo davvero fare è studiare bene il tuo business e implementare quelle attività che possono aiutarti a raggiungere ottimi risultati, spesso anche i primi posti, e migliorare il traffico organico, convertendolo in clientela reale.